Milano, 11 dicembre

Il risveglio della scienza

La coscienza è il mondo fisico

Conferenza con Riccardo Manzotti

L’incontro sarà moderato da Shakti Caterina Maggi

11 dicembre
20:30-22:30
Spazio L’Animale, Viale Beatrice D’Este 39, Milano
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA:
info@spaziolanimale.com

La scienza moderna non riesce a spiegare un fenomeno familiare e cruciale come la nostra esperienza quotidiana: la mente cosciente. Che cosa siamo? Come è possibile che tutto ciò che vediamo, sentiamo, pensiamo non sia altro che il prodotto dell’attività dei neuroni all’interno del cervello? Riccardo Manzotti prende in considerazione una ipotesi radicalmente diversa, eppure compatibile con le scienze forti: noi siamo il mondo esterno che in ogni momento ci circonda. Secondo questa ipotesi noi non siamo il nostro corpo (o dentro di esso), ma siamo il nostro mondo, esteso nel tempo e nello spazio seguendo la geometria dei processi causali tra mondo e corpo. Si tratta di una posizione completamente copernicana in senso proprio. La mente non è più dentro un dominio interiore, è gettata nella natura. Per difendere questa possibilità, Manzotti prende in esame i due fondamentali della concezione fisicalista della realtà: l’oggetto e il tempo. Per entrambi, proporrà – facendo uso dei dati sperimentali più recenti circa percezione, memoria, sogno, illusione e allucinazione – una concezione dove tutto è relativo. Questo modello, della mente e della natura, si chiama The Spread Mind
#ilrisvegliodellascienza

BIO

Riccardo Manzotti è professore di filosofia teoretica alla IULM di Milano, filosofo, psicologo e ingegnere, dopo aver conseguito un dottorato di ricerca in robotica si è sempre dedicato allo studio delle basi fisiche della mente cosciente. In passato si è occupato di percezione, intelligenza artificiale, allucinazioni, estetica, e psicologia dell‘arte, tecnologia e media. Ha svolto attività di ricerca all’estero (Trinity College a Dublino, KAIST in Corea del Sud, Nortwestern University a Chicago) e, nel 2013-2014 è stato Fulbright Visiting Researcher presso l’MIT di Boston. Ha pubblicato decine di articoli in riviste internazionali e numerosi volumi sul tema della coscienza tra i quali Coscienza e realtà (Il Mulino, 2001), L’esperienza (Codice, 2008). Sta per pubblicare due nuovi volumi internazionali sulla sua teoria sulla coscienza:The Mind-Object Identity (John Benjamin) e The Spread Mind (OR Books). Dal 2014 è il sostenitore di una nuova e radicale teoria della coscienza, basata su una nozione relativistica della natura. Attualmente cura una serie di dialoghi a tema filosofico sul New York Review of Books. Il suo lavoro è disponibile su www.consciousness.it.

Prossimi eventi